,

Lina Medina: la bambina che diventò madre a 5 anni

Questo fatto benché veramente assurdo ed eclatante è avvenuto veramente. Siamo in Perù, qui una giovane bambina di appena 5 anni Lina Medina viveva tranquillamente nel suo piccolo villaggio fino a quando qualcosa di strano apparve agli occhi della comunità; la bambina aveva un ventre insolitamente dilatato, la madre di Lina sospettava che la causa di tutto questo fosse un tumore localizzato nella parte visibilmente gonfia della piccola.

La famiglia partì per Lima (la capitale del Perù), agli occhi dei genitori bisognava rivolgersi al medico più preparato del paese; in effetti i timori e le preoccupazioni erano fondate, ma per tutt’altra causa: la bambina era incinta. I pediatri e i ginecologi non riuscivano a spiegarsi come mai una bambina di 5 anni potesse concepire già un altro essere vivente all’interno del suo grembo, e poi senza contare il fatto che è assolutamente irreale poter pensare che una bambina di quell’età potesse aver avuto rapporti sessuali. Lina Medina senza svelare mai il nome del padre, nel 14 maggio del 1939 diede alla luce suo figlio (Gerardo Alejandro).

Spiegazione dell’evento

Nonostante le varie speculazioni sul suo conto, la storia di Lina Medina rimane autenticamente registrata come la madre più giovane di tutti i tempi. Successivamente diversi esperti hanno tentato di arrivare ad una spiegazione plausibile e l’hanno trovata identificandola col nome di pubertà precoce: questo evento del tutto rarissimo (ma non impossibile) presuppone che alcuni bambini di età inferiore agli 8 anni riescono a raggiungere (già) una qualche forma di maturazione sessuale; va detto poi che la stragrande maggioranza di questi bambini sono di sesso femminile (con un’incidenza di 10 a 1 rispetto ai maschietti). Alcune analisi hanno fatto chiarezza stabilendo che Lina Medina aveva cominciato ad avere le mestruazioni all’età di un anno circa (la prima addirittura a 8 mesi di vita). Non a caso Lina all’età di 5 anni aveva già il seno sviluppato e i fianchi larghi come quelli di una teenager (segni di una pubertà già avvenuta).

Un fatto di cronaca è stato l’accusa verso il padre di Lina Medina: stando a delle ricerche abbiamo riscontrato che durante quegli anni il genitore venne ritenuto il diretto responsabile della sua gravidanza (imputandolo per incesto). L’accusa cadde dopo pochissimo tempo perché non c’erano prove che potessero testimoniare tale tesi.

SEGUI TUTTE LE NOSTRE STORIE. METTI UN LIKE

Un altro fattore da considerare è l’abitudine di condurre dei rituali pagani; in quelle aree moltissime persone hanno condotto diversi rituali “insoliti” dove a volte le vittime sacrificali venivano violentate sessualmente; diverse testimonianze rivelano che a volte le vittime erano bambine, quest’ultima affermazione sebbene non riconosciuta ufficialmente potrebbe (ipoteticamente) spiegare la causa della gravidanza.

Notorietà di Lina Medina

Come è facile immaginare la fama di Lina Medina ebbe un “successo” clamoroso: quando ancora la storia non era trapelata all’estero, la povera madre doveva difendersi dagli attacchi dei giornalisti che si comportavano come avvoltoi; quando la notizia fece il giro del mondo la situazione degenerò, tantissimi giornalisti d’oltreoceano facevano tappa verso il villaggio della famiglia di Lina con l’intenzione di fotografarla e magari farla anche “esibire” con in braccio suo figlio; nonostante i compensi fossero alti, Lina Medina ha declinato le offerte presentate ed è andata avanti con la sua vita.

Successivamente

Durante l’infanzia, il piccolo Alejandro ha sempre pensato che Lina non fosse altro che sua sorella maggiore, solo intorno ai 12 anni del piccolo si è affrontata la questione. Lina si sposò intorno al 1970 con un uomo di nome Raul ed ebbe un altro bambino.

Con stupore di tutti, Alejandro (il suo primogenito) morì all’età di 40 anni (le cause rimangono ignote perché non trapelate). Lina ha passato la maggior parte della sua vita lavorativa lavorando come segretaria nello studio del medico che le salvò la vita (facendo nascere suo figlio attraverso parto cesareo).

Le ultime notizie che si hanno su di lei risalgono ai primi anni del 2000 quando un giornalista di Reuters andò per intervistarla (senza successo poiché fu respinto da Medina stessa); si sa solamente che viveva in uno dei quartieri più poveri ed umili di Lima.

La storia di Lina Medina ci fa capire l’insolita straordinarietà della vita; ciononostante ci rende partecipi del fatto che ci sono state persone che hanno tentato di speculare nel modo più orribile su questa vicenda, la sua vita non è stata affatto facile (specialmente all’inizio). Si spera che questo avvenimento possa far sensibilizzare quante più persone possibili, con la vita degli altri non ci si arricchisce.

via La Stella Blog

COSA PENSI DI QUESTA STORIA?

0 points
Upvote Downvote

Total votes: 0

Upvotes: 0

Upvotes percentage: 0.000000%

Downvotes: 0

Downvotes percentage: 0.000000%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

Sapete perché i vostri apparecchi hanno una durata molto breve?

BIKINI, L’ATOLLO DEI MIRACOLI: A 70 ANNI DALL’ATOMICA LA VITA TORNA A CRESCERE